Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum IT

Log in
updated 4:51 PM UTC, Apr 18, 2024

La grazia risorgente, l'amore e l'ottimismo di Gesù

L’origine e l’orizzonte della gioia francescana sono nell’incontro con Gesù. L’esperienza della Pasqua – l’incontro con il Risorto – conduce a una Vita aperta a tutti (Gv 14,6), ci dà forze per non rinunciare al sogno di una fraternità di fratelli che camminano nel mondo, offrendo uno stile di relazione inclusiva, libera e fonte di libertà (Ratio n. 53).

L'esperienza della Pasqua è potente e foriera di vita. Istruiti dalla passione di Cristo siamo preparati a fare sacrifici subendo difficoltà e sofferenze sostenuti dall'amore di Cristo. E in questo processo la grazia risorgente di Gesù continua a toccare le persone rendendole appassionatamente ottimiste nel fare qualcosa in cambio. Siamo chiamati ad essere fratelli di coloro che testimoniano questo amore risorgente e la grazia di Gesù nelle nostre comunità. Questa grazia promessa da Gesù è dentro di noi. Papa Francesco ce lo ricorda dicendo: "La gioia del Vangelo è presente nel cuore e nella vita di coloro che sono con Gesù". Quindi continuiamo a chiedere l'effusione dello Spirito Santo nei nostri cuori nella contemplazione silenziosa, della presenza amorevole di Dio, in Gesù, per non perdere lo spirito di ottimismo francescano e la vera gioia che ci rende fratelli che desiderano bene di tutti. Questa grazia amorevole e gioia evangelica ci permetteranno di andare incontro a tutte le persone, culture e contesti con sensibilità interculturale, bontà e rispetto.

Passione ottimista della grazia risorgente operativa

 

L'esperienza della risurrezione chiama noi cappuccini a rispondere, in particolare ora, a questa potenza inabitante dello Spirito Santo e ci ispira a lavorare per un mondo di pace e armonia senza guerra e violenza. La stessa grazia che porta lo Spirito di Gesù ci dà l'ottimismo anche nei momenti di disperazione per sognare con fede un buon futuro di speranza e di benedizioni per tutti.

Nel Suo Nome la testimonianza concreta nelle “periferie”: I nostri frati francescani cappuccini nel mondo testimoniano questo ottimismo che porta la grazia nelle periferie, aprendo i nostri conventi per i rifugiati ucraini in Ucraina, Polonia, Cracovia, in tutta Europa, nelle Case della Pace che servono i bisognosi negli Stati Uniti, nelle sedi di GPIC in Brasile, India, Africa e Asia.

 

Sì, Gesù è impegnato ora attraverso di noi nel toccare e trasformare i cuori umani per costruire una comune umanità, fatta di fratellanza, pace, rispetto, condivisione e comunità di cura.

Ricaricati dell'amore e della bontà risorgente di Gesù, ovunque ci troviamo, usciamo e condividiamo pace, speranza e amore per tutti. Buona Pasqua.

 

 

Charles Alphonse e Jaime Rey OFMCap

Segretariato Generale della Formazione