Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 6:35 AM CEST, Oct 19, 2019

Corso dei bibliotecari 2019

Roma. Nella settimana dal 2 al 7 settembre si è svolto a Roma, presso il Collegio Internazionale S. Lorenzo da Brindisi, il Corso 2019 per operatori religiosi e laici di biblioteche, archivi e musei cappuccini organizzato dalla Biblioteca Centrale e dall’Archivio Generale Cappuccini, con la partecipazione del Museo Francescano, sul tema I beni culturali dell'Ordine nella formazione iniziale e permanente dei Frati Cappuccini.

A conclusione dell’Anno Laurenziano, prendendo ispirazione dalla testimonianza di vita del Doctor Apostolicus, che seppe coniugare cultura, servizio, missione e apostolato, si è voluto porre l’attenzione su ciò che rappresenta il libro, il documento ed il bene artistico-culturale per il frate del passato e di oggi, allo scopo di promuovere una riflessione condivisa sul ruolo e l’importanza delle biblioteche, degli archivi e dei musei cappuccini nella formazione iniziale e permanente alla vita nell’Ordine.

Oltre trenta partecipanti, tra frati e collaboratori laici provenienti da quattro continenti - Africa, Americhe, Asia ed Europa -  e rappresentanti delle diverse generazioni,  dai 30 fino ai 91 anni d'età, hanno descritto la loro esperienza, contestualizzandola alle aree geografiche e culturali di provenienza, per offrire una visione a tutto campo sulle potenzialità dei beni documentali, librari e museali in ambito formativo cappuccino.

Invitato ad aprire la settimana di lavori del Corso, il Segretariato Generale per la Formazione ha partecipato con la relazione tenuta da Fr. Jaime Rey anche a nome di Fr. Charles Alphonse, ed ha portato il saluto e l'augurio del Ministro Generale, Fr. Roberto Genuin, del Consigliere Generale accompagnatore del Consiglio Internazionale per la Formazione, Fr. Kilian Ngitir, come pure dell’intero Consiglio Generale dell’Ordine.

Dopo il saluto di benvenuto da parte del Rettore del Collegio S. Lorenzo da Brindisi, Fr. Andrzej Kiejza, si è tenuta la prima ampia tavola rotonda, alla quale hanno fatto seguito tre giornate, dedicate rispettivamente agli archivi, ai musei e alle biblioteche. Nelle 10 sessioni del Corso - articolate in relazioni presentate al mattino da 17 operatori e responsabili delle istituzioni culturali di diverse Circoscrizioni dell’Ordine e tavole rotonde pomeridiane, che hanno registrato la viva partecipazione di tutti i presenti - sono stati analizzati gli aspetti positivi e le criticità riguardanti la gestione e la fruizione delle Istituzioni culturali nelle Circoscrizioni, come pure le specifiche realtà e le diverse sensibilità locali.

La varietà di situazioni che ne è emersa, offre un quadro che corrisponde alla realtà attuale dell'Ordine, ma anche della Chiesa, dal punto di vista geodemografico.

La visita alla Basilica di S. Lorenzo Fuori le Mura, accolti e guidati da Fr. Luca Casalicchio a  nome dei Frati della Provincia Romana che ne hanno la cura pastorale, ha incluso la Torre dei Cappuccini e la parte storica del Cimitero monumentale del Verano, in una sorta di pellegrinaggio culturale e spirituale che, coniugando arte, storia e memoria, ha mostrato come, proprio grazie a ciò che chiamiamo “bene culturale”, la morte non ha il potere di interrompere il dialogo vitale tra le generazioni. Libri, documenti d'archivio e beni museali, sono infatti in grado di perpetuare questo dialogo in tutta la sua dinamicità, alimentando il carisma dell’Ordine incarnato nei secoli dai tanti suoi frati chiamati a svolgere il loro apostolato e a dare la loro testimonianza in tutti i luoghi geografici e kairotici della storia.

La settimana, che ha anche consentito di raccogliere i dati aggiornati dei cataloghi partecipanti all’OPAC internazionale di Biblioteche Cappuccine (www.ibisweb.it/bcc), si è conclusa trovando tutti d’accordo sulla necessità di un sempre maggiore e più qualificato impegno delle Istituzioni culturali cappuccine nel documentare, valorizzare e trasmettere tutti gli elementi di quel patrimonio culturale dell’Ordine di cui ciascun frate è erede ed è chiamato a farsi testimone.

Appuntamento a settembre 2020 per una nuova edizione del Corso.

Patrizia Morelli
Biblioteca Centrale e Archivio Generale Cappuccini