Curia Generalis Ordinis Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 1:08 PM CET, Feb 24, 2018

Un nuovo vescovo cappuccino in Giappone

Città del Vaticano. Il Santo Padre Francesco, dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Naha (Giappone) da parte di S.E. Mons. Berard Toshio Oshikawa OFMConv., ha nominato Vescovo della stessa sede fr. Wayne Berndt OFMCap, finora parroco di Yonabaru.

Città del Vaticano. Il Santo Padre Francesco, dopo aver accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Naha (Giappone) da parte di S.E. Mons. Berard Toshio Oshikawa OFMConv., ha nominato Vescovo della stessa sede fr. Wayne Berndt OFMCap, finora parroco di Yonabaru.

Fr. Wayne Berndt OFMCap, è nato il 15 maggio 1954 a Fitchburg, Diocesi di Worcester, U.S.A. Entrato nell’Ordine dei Francescani Cappuccini di New York (Stati Uniti), ha emesso la prima professione il 16 agosto 1976 e la professione perpetua il 28 giugno 1980. Giunto in Giappone nel 1981, ha studiato la lingua giapponese a Tokyo fino al 1983. È stato ordinato sacerdote il 21 maggio 1983 a Yonkers, in New York. Dopo l’Ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: 1983-1984 Vicario parrocchiale a Miyako (Diocesi di Naha); 1984-1986: Vicario parrocchiale a Koza/Futenma/Awase (Diocesi di Naha); 1986-1997: Parroco di Futenma (Diocesi di Naha); 1986-1998: Docente straordinario presso l’Università di Riukyus (Diocesi di Naha); 1994-2000: Ministro della Custodia dei PP. Cappuccini; 2000-2002: Parroco di Kumagaya, (Diocesi di Saitama); 2001-2005: Ministero nel Centro dei Migranti Open House (Diocesi di Saitama); 2002-2005: Parroco di Higashi Matsuyama (Diocesi di Saitama); 2005-2010: Parroco di Omiya e Ministero nel Centro dei Migranti (Diocesi di Saitama); 2009-2014: Ministro della Custodia dei Frati Minori  Cappuccini; 2010-2014: Parroco di Oroku (Diocesi di Naha); dal 2014: Parroco di Yonabaru (Diocesi di Naha).

Il nuovo vescovo, come si può rilevare dal suo curriculum, si accinge ad assolvere al nuovo incarico avendo alle spalle una grande esperienza pastorale, accumulata nelle molteplici attività svolte sia a livello parrocchiale che di governo. Inoltre, essendo egli da oltre trent’anni in Giappone, ha acquisito una profonda conoscenza della lingua giapponese, che gli consente di operare nella sua diocesi come uno del luogo, che ben conosce la storia, la cultura e le tradizioni del grande paese orientale. L’Ordine Cappuccino è onorato dalla elevazione di questo suo figlio a un servizio così impegnativo per la gloria di Dio e il bene della Chiesa che è in Giappone. Auguri al nuovo Vescovo.

Vatican.va 17.12.2017.

Ultima modifica il Martedì, 19 Dicembre 2017 15:21