Ordo Fratrum Minorum Capuccinorum

Log in
updated 6:57 AM CEST, Aug 14, 2020

IV giornata della Famiglia Cappuccina

IV giornata della Famiglia Cappuccina

3 luglio 2020

L'anniversario della data dell'approvazione ecclesiale della riforma cappuccina con la Bolla "Religionis Zelus" (3 luglio 1528) è l'occasione per celebrare la festa della nostra famiglia spirituale. Una famiglia che collega i frati cappuccini, le suore contemplative associate, gli istituti di vita consacrata, religiosi e secolari, aggregati all'Ordine, le associazioni di fedeli e le istituzioni laicali nate o accompagnate dai Cappuccini.

Questo appuntamento ci chiama a ricordare a noi stessi la nostra appartenenza spirituale e a ravvivare le nostre reciproche relazioni a vari livelli: generale, regionale e locale. Vogliamo ringraziare, condividere e progettare, a partire dalle nostre radici comuni, per continuare a costruire la nostra storia di relazioni fraterne. Le precauzioni sanitarie di fronte all'attuale pandemia globale scoraggiano gli incontri faccia a faccia, ma non ci impediscono di sentirci in comunione, specialmente attraverso la preghiera. Per questo motivo, il 3 luglio, proponiamo di pregare con questa preghiera in ogni fraternità, facendo memoria grata dei membri della nostra famiglia spirituale.

Un motivo speciale di gioia condivisa è l'imminente canonizzazione di Madre Francesca Rubatto, fondatrice delle Suore Cappuccine di Loano: ringraziamo il Signore! Continuiamo a pregare assiduamente per la sollecita beatificazione di Madre Maria Lorenza Longo, fondatrice del primo monastero delle Clarisse Cappuccine a Napoli, e per il progresso della causa di così tante fondatrici e fondatori.

Chiediamo questo 3 luglio che il Signore ravvivi in ​​noi il fuoco del suo Spirito. Fraternamente,

fr. Leonardo Ariel González Ruilópez OFMCap
Delegato del Ministro generale
per le monache cappuccine
e gli Istituti aggregati all’Ordine
 

Preghiera per la giornata della Famiglia cappuccina

Accendi in noi il fuoco

O Spirito Santo,
riempi i cuori dei tuoi fedeli
e accendi in noi quello stesso fuoco,
che ardeva nel cuore di Gesù,
mentre egli parlava del regno di Dio,
mentre annunziava a tutti la buona novella:
“Al Padre vostro è piaciuto di darvi il suo regno…
tutti voi siete fratelli!”

Fa' che questo fuoco si comunichi a noi,
così come si comunicò a Francesco e Chiara,
così come si è acceso nei primi cappuccini,
così come hanno bruciato di ardore i fondatori e le fondatrici
della nostra famiglia spirituale.
 
Tu solo, Spirito Santo,
puoi accenderlo
e a te dunque rivolgiamo la nostra debolezza,
la nostra povertà, il nostro cuore spento,
perché tu lo riaccenda del calore,
della santità della vita, della forza del regno.
 
Donaci, Spirito Santo,
in modo nuovo, il Carisma
per essere accolto nella nostra vita concreta
per metterlo al servizio della Chiesa,
per ridonarlo ai poveri, agli ultimi.
 
Te lo chiediamo
per l'intercessione di Maria, madre di Gesù,
piena di grazia e comunione,
modello della Chiesa serva e fraterna. Amen.

(Adattamento di una preghiera del Card. Carlo Martini)

Ultima modifica il Giovedì, 18 Giugno 2020 07:43